La terra, georeferenziazione e datum - il mio Savage

Vai ai contenuti

Menu principale:

La terra, georeferenziazione e datum

Campo pratica > Cartografia e Gps > Nozioni generali
La forma della terra Datum nazionali e wsg84

Spesso si sente parlare di Sferoide. In cartografia la superficie della terra viene schematizzata schiacciandola ai poli e allungandola all'equatore.
Il raggio equatoriale è di 6378 km. Quello polare è di circa 20 km inferiore.
Questi due valori sono necessari per definire un Datum. Il Datum è il riferimento di partenza con il quale si calcola tutto il sistema di misurazione. Nel mondo esistono circa un'ottantina di Datum locali da cui derivano diversi sistemi cartografici calcolati rispetto alla dimensione della terra e orientamento dell’asse dello sferoide rispetto al nord astronomico. Una vera babele.
Nel corso degli anni si è arrivati a fare riferimento ad un datum unico WGS84 per la necessità di un unico sistema di riferimento geodetico su scala mondiale basato su un ellissoide geocentrico la cui forma e dimensione sono calcolate, a differenza di quanto fatto nel passato, non solo tramite i dati provenienti dai tradizionali rilievi astro-geodetici, ma anche da quelli derivati dalle più recenti ed accurate misure gravimetriche ricavate dalle osservazioni delle perturbazioni dei moti orbitali dei satelliti artificiali.

Rappresentazione dello sferoide
La terra vista dallo spazio
la georeferenziazione

Dal 2000 è obbligatorio l'utilizzo del WGS84 come standard per la navigazione aerea .
Rimane il fatto che in commercio si possono trovare carte geografiche che non fanno riferimento al WSG84 e in alcuni casi si può notare che lo spostamento delle coordinate dei punti è evidente.
E’ un problema molto sentito da chi si trova a fare incetta di informazioni per pianificare un viaggio nel deserto africano, per esempio, poiché si trovano in commercio carte russe, disegnate in conformità di un datum locale.
Quindi è assolutamente indispensabile conoscere il “datum” del supporto cartografico adottato e convertire, mediante appropriati algoritmi, le coordinate dei punti .
La georeferenziazione indica il corretto posizionamento dei dati e conseguentemente delle informazioni associate, in un determinato sistema di riferimento geografico.
E' indispensabile conoscere il sistema di riferimento adottato e convertire le coordinate, se necessario, per evitare errori nella rappresentazione delle informazioni.
Nel check list della dotazione dei marines durante la Guerra del Golfo e delle forze terrestri si leggeva – Don't forget DATUM – per ricordare , prima di usare il GPS, la selezione del corretto sistema di riferimento, al fine di evitare pericolosi errori!


20/06/2017
Torna ai contenuti | Torna al menu